Home
Andata
Ritorno
Calendari
Storia
News
Video
Classifica
Foto
Squadra
Marcatori
Giovanili
Juniores
Allievi
Giovanissimi
Sponsor
FINALE PLAYOFF, SORSO - GUSPINI TERRALBA 0-1

domenica 19 aprile 2015

13^ GIORNATA DI RITORNO: ATLETICO URI - SORSO 3-1

Usini - Non riesce l'impresa al Sorso di bloccare la corsa dell'Atletico Uri per conquistare almeno un punto salvezza, la capolista vince il confronto ed è matematicamente promossa in Eccellenza a coronamento di un campionato dominato per lunghi tratti a suon di goal. I biancocelesti reggono bene il confronto ma regalano un goal facile nel primo tempo, che ha compromesso il resto della partita iniziata con uno schema tenace con una punta. La squadra di Levacovich è superata così dal Codrongianos, trovandosi al quartultimo posto in concomitanza dell'Ozierese. A due giornate dal termine il Sorso si trova dunque in una situazione in bilico tra i playout e la salvezza diretta, distante un solo punto, mentre all'Atletico Uri vanno i sinceri complimenti per una promozione meritata.

 In campo

Atletico Uri - Frau, Sanna, Cardone, Delogu, Silvetti, Cirina, Fadda, Mura (74' Faedda), Borrotzu (52' Cuccu), Tedde, Puddu (79' Piga)
Allenatore Giovanni Muroni

Sorso - Frau, Cacace R, Cacace M, Fattacciu (52' Ninaldeddu), Pischedda, Leoncini, Canu, Barsi (61' Spanu), Congiatu (71' Roggio), Ledda, Saba
Allenatore Fabio Levacovich

Arbitro Giampaolo Scifo di Nuoro
Assistenti Marco Faggiani di Sassari e Pierluigi Corda di Nuoro
 Squalificati Occulto e Bagniolo, in campo Leoncini e Fattacciu, mentre in luogo di Spanu esordisce dal primo minuto Barsi, conferma invece per Congiatu. L'inizio è equilibrato, la manovra è in mano ai padroni di casa ma i biancocelesti tengono botta e cercano di pungere in qualche modo in contropiede, con i giallorossi che lasciano comunque pochissimi spazi e possono contare su un solido attacco. La prima occasione per Saba, che in posizione defilata a tu per tu con il difensore Silvetti non trova lo spiraglio giusto e calcia fuori. Al 15' Ledda colpisce una clamorosa traversa su punizione da 35 metri, ma proprio quando sembrava che i biancocelesti potessero reggere l'impatto con la capolista una leggerezza difensiva regala la sfera a Puddu, che tutto solo davanti a Frau non si fa pregare e deposita in rete di precisione. I biancocelesti provano a reagire ma per la capolista si aprono gli spazi, al 27' Mura manda di un soffio alto da pochi passi su colpo di testa, mentre al 31' Borrotzu sfiora il palo alla sinistra dell'estremo difensore biancoceleste direttamente su punizione. 
 Nel secondo tempo l'Uri sembra determinato a mettere al sicuro il risultato, già al primo minuto Mura fallisce il raddoppio da pochi passi servito con un lungo cross da Tedde, ma al 49' Frau è costretto ancora una volta a raccogliere la sfera dla sacco, ancora Puddu, che raccoglie palla sulla trequarti e con un contropiede fulminante semina tutti e insacca all'incrocio dei pali. Levacovich inserisce allora Ninaldeddu al posto di Fattacciu, mentre Borrotzu dell'Atletico Uri è costretto ad uscire a causa di un infortunio, al suo posto Cuccu. Il nuovo entrato al 64' impegna subito il portiere biancoceleste, chiamato alla respinta su tiro insidioso all'interno dell'area. Il Sorso prova comunque a recuperare il risultato, scontrandosi però contro una formazione che domina tutti gli spazi con estrema attenzione, concedendo pochissimo. Al 61' Spanu per Barsi. Al 70' la porta biancoceleste rischia di capitolare ancora, ma su azione personale di Cuccu è Pischedda a metterci una pezza salvando sulla linea di porta. Al 71' Roggio prende il posto di Congiatu, mentre al 74' Faedda prende il posto di Mura per i giallorossi. Al 78' ancora occasione per i padroni di casa, Frau deve fare gli straordinari per opporsi prima su Puddu e poi su Cuccu, in entrambi i casi prodigioso l'estremo difensore biancoceleste, all'82' il Sorso riapre inaspettatamente i giochi, Ledda è atterrato in area da Piga, appena entrato al posto di Puddu, e l'arbitro indica il dischetto. Batte Ninaldeddu che insacca di precisione. I biancocelesti provano allora il tutto per tutto nel tentativo di pareggiare, all'85' Saba batte a rete servito da Ninaldeddu, ma portiere giallorosso para a terra senza particolari problemi, e al 91' arriva il goal che chiude la partita, Cuccu supera Frau in area e l'estremo difensore è costretto a metterlo giù, dagli undici metri lo stesso Cuccu trasforma il rigore per il definitivo 3-1. Prossima partita alla Piramide, avversario il Siniscola. 












Nessun commento: