Home
Andata
Ritorno
Calendari
Storia
News
Video
Classifica
Foto
Squadra
Marcatori
Giovanili
Juniores
Allievi
Giovanissimi
Sponsor
FINALE PLAYOFF, SORSO - GUSPINI TERRALBA 0-1

domenica 7 dicembre 2014

12^ GIORNATA DI ANDATA


Codrongianos - Pareggio esterno per il Sorso, che in una partita abbastanza equilibrata senza troppi sussulti coglie a Codrongianos il sesto risultato utile consecutivo della gestione Levacovich. Si è sentita l'assenza di Marco Cacace, con la retroguardia biancoceleste talvolta in affanno sulla velocità degli attaccanti di casa, ma alla fine la spartizione dei punti in palio è stato oggettivamente il risultato più giusto. Continua dunque positivamente il cammino del Sorso, che in settimana ha dovuto dire addio ad Arcadu ed accogliere il ritorno di Ninaldeddu.
In campo

Codrongianos - Decortis, Pettenadu, Scanu, Mura S., Monaco, Delogu, Bazzoni (31' Murru), Sotgiu, Mura A. (76' Monti), Dettori, Corosu
Allenatore Fadda


Sorso - Frau, Pischedda, Cacace R., Occulto (71' Ledda), Bagniolo, Leoncini, Canu, Spanu (80' Roggio), Ninaldeddu (92' Mura), Saba
Allenatore Fabio Levacovich


Arbitro Davide Nurchi di Alghero
Assistenti Khaled Bahri di Sassari e Daniele Piras di Oristano
Assente Marco Cacace squalificato, in campo il nuovo acquisto Leoncini, mentre il numero 3 lo prende il fratello del capitano Roberto Cacace. Ninaldeddu in campo dal primo minuto, appena arrivato dal Tempio, nel Codrongianos l'ex difensore biancoceleste Pettenadu è schierato dal primo minuto, mentre Claudio Monti, ex del Sorso appena passato a Codrongianos, parte dalla panchina. Sorso subito pericoloso appena battuto il calcio di inizio, bella combinazione Tra Ninaldeddu e Saba, l'attaccante biancoceleste calcia da buona posizione ma debole permettendo a Decortis di respingere. Il Codrongianos si affida alla velocità di Dettori, che mette più volte in difficoltà la retroguardia biancoceleste. Al 19' una punizione da centrocampo di Mura S quasi sorprende Frau, che ingannato da un rimbalzo irregolare della sfera è costretto a tornare sui suoi passi e deviare in angolo. Al 22' Frau deve intervenire sul colpo di testa di Dettori, sulla respinta da pochi passi ancora il numero 10 di casa batte a rete, ma sulla sua strada trova pronto Bagniolo alla deviazione. Sull'altro fronte al 25' Saba prova ad approfittare del corridoio libero a sinistra per battere a rete, ma la sua conclusione non è precisa. Al 31' brutto infortunio per Bazzoni, che colpito al capo da una pallonata è costretto ad abbandonare il terreno di gioco per Murru, più tardi verrà poi accompagnato in ambulanza per accertamenti.  Al 43' Sorso in vantaggio, punizione dalla destra di Saba, Mereu anticipa tutti e con un'ottima scelta di tempo corregge in rete con un pregevole colpo di testa, terzo goal stagionale per il giovane biancoceleste, contando anche la coppa Italia. 
Nella ripresa i padroni di casa tentano subito di pareggiarei conti sfruttando l'arma della velocità, e al 56' arriva il goal, grazie ad un passaggio sul filo del fuori gioco di Mura A per Dettori, che solo davanti a Frau non sbaglia insaccando con un preciso diagonale. Il Sorso non ci sta e prova a sorpresa  al 60' con un passaggio corto di Saba per Occulto su calcio d'angolo, la conclusione rasoterra del numero 4 biancoceleste trova un muro di difensori. Stessa sorte sull'altro fronte per Mura A. La difesa biancoceleste ha il suo bel da fare per contenere gli attacchi dei padroni di casa, al 71' Corosu serve Mura A con un colpo di testa a tu per tu con Frau, che gli si oppone con il corpo vanificando la conclusione. Al 72' Levacovich inserisce Ledda per Occulto, mentre al 76' Monti prende il posto di Mura A nel Codrongianos. Chiude la girandola dei cambi Roggio all'80', che prende il posto di Spanu. La partita prosegue in sostanziale equilibrio senza azioni degne di nota, fino all'88' quando Roggio sfiora il palo alla sinistra di Decortis con una conclusione potente da fuori area, le due squadre infine si devono accontentare di un punto a testa. Prossima partita alla Piramide, ospite la corazzata dell'Atletico Uri.
























Nessun commento: