Home
Andata
Ritorno
Calendari
Storia
News
Video
Classifica
Foto
Squadra
Marcatori
Giovanili
Juniores
Allievi
Giovanissimi
Sponsor
SABATO A MACOMER FINALE PLAYOFF SORSO - GUSPINI/TERRALBA

domenica 19 gennaio 2014

2^ GIORNATA DI RITORNO: SORSO - USINESE 1-0


Sorso - Il Sorso risorge contro una delle squadre più in forma del momento, risfoderando grinta e gioco dopo lo scivolone contro il Ploaghe. La squadra di Asara ha affrontato senza timore reverenziale l'impegno contro l'ex seconda in classifica, incassando 3 punti importantissimi che riportano  un po' di serenità in casa biancoceleste dopo un periodo non facile. Gli ospiti dal canto loro hanno disputato una buona gara senza però riuscire ad avere quel pizzico di malizia in più per poter scardinare la difesa sorsese, con Melis, Bagniolo, Valenti e capitan Marco Cacace motivatissimi, mentre Pintus ha chiuso la porta nei momenti fondamentali dell'incontro.

In campo

Sorso - Pintus, Melis Cacace M, Occulto, Valenti, Bagniolo, Castellazzi (26' Canu), Mura, Cacace R, Ninaldeddu (75' Monti), Saba
Allenatore Marco Asara

Usinese - Nieddu, Fiori (73' Ferraioli), Pirino (59' Usai), Tedde, Forte, Manai, Sini (79' Rubattu), Usai, Falchi, Muroni, Ansaldi
Allenatore Daniele Fois

Arbitro Marco Porcheddu di Oristano
Assistenti Gianpaolo Orrù di Oristano e Luca Pisano di Alghero
Formazione obbligata per Asara, che deve rinunciare a Fenu e Bonetto, quest'ultimo squalificato, mentre in campo si vede comunque Roberto Cacace nonostante una caviglia dolorante. Monti inizialmente in panchina con Castellazzi a sostituirlo. Un primo tempo molto equilibrato con le due squadre che nonostante il 4-3-3 giocano molto cautamente senza scoprirsi troppo, entrambe si affacciano nella porta avversaria e perlopiù su calci piazzati senza esito. A centrocampo Occulto deve fare lavoro doppio per sopperire all'assenza di Bonetto. Al 26' prima sostituzione, Asara cambia in corsa le decisioni iniziali e inserisce Canu per Castellazzi. Dopo una serie di batti e ribatti senza esito il primo vero tiro in porta è dell'Usinese, Ansaldi servito da Falchi batte dal limite dell'area, con Pintus attento a respingere corto per permettere alla difesa di disimpegnarsi. 
Il secondo tempo è decisamente un'altra partita, con il Sorso che fin da subito pressa nel tentativo di sbloccare il risultato. L'obiettivo si materializza al 50', con una magistrale azione sulla destra di Valenti, Mura e Saba, l'attaccante intuisce il movimento di Canu in area e lo serve con un delizioso tacco, il giovane biancoceleste da posizione difficile batte a rete sorprendendo Nieddu sul primo palo con un preciso rasoterra che non gli lascia scampo; per il giovane centrocampista si tratta della prima rete con il Sorso. La partita prende ritmo con gli ospiti che cercano di scuotersi mentre la squadra di Asara non rinuncia ad attaccare in cerca del secondo goal che ipotecherebbe la vittoria, fioccano però i cartellini per i duri scontri sul campo. Al 10' Marco Cacace si oppone lui stesso con il corpo al tiro dal limite di Muroni. Sul capovolgimeno di fronte invece è il Sorso a sfiorare il raddoppio, lancio alto di uno scatenato Occulto per Ninaldeddu, l'attaccante biancoceleste a tu per tu con Nieddu ha un controllo non facile e l'estremo difensore riesce a opporsi in extremis al tiro, sulla respinta è pronto Roberto Cacace a ribadire in rete, trovando però l'opposizione con il corpo di Fiori. Al 63' Pintus interviene in tuffo a parare un tiro dai 25 metri di Usai, che aveva preso una traiettoria insidiosa per il tocco di Valenti. Al 70' Usinese in 10 uomini, Usai, appena entrato al posto di Pirino, falcia Occulto con un brutto fallo da dietro e guadagna il rosso diretto.  Al 73' in contropiede Saba tira da buona posizione dopo un'azione di Ninaldeddu e Roberto Cacace, Nieddu para in due tempi senza problemi. Al 75' staffetta Ninaldeddu Monti, con mister Asara che non ha intenzione di mollare la presa lasciando spazi liberi alla rimonta ospite. Brivido per il Sorso all'84', il colpo di testa di Falchi colpisce la traversa dopo la deviazione con una mano di Pintus, sul proseguo la difesa biancoceleste resiste stoicamente e infine Ansaldi spara potente ma a lato. All'88' Pintus è tratto in inganno dal guardialinee che segnala il fuorigioco, l'arbitro non fischia ma il portiere biancoceleste convinto di dover rimettere in gioco con una punizione rientra in area e prende il pallone con le mani, lasciando all'Usinese un'ultima occasione per pareggiare con una punizione all'interno dell'area, senza esito. Prima del triplice fischio è invece il Sorso a sfiorare ancora il goal, Canu serve in area Occulto, che non trova lo specchio della porta sparando un diagonale di poco fuori, ma alla fine il Sorso tira un sospiro di sollievo incassando 3 punti che sono una vera e propria boccata d'ossigeno. Prossima partita ad Aritzo.















Nessun commento: