Home
Andata
Ritorno
Calendari
Storia
News
Video
Classifica
Foto
Squadra
Marcatori
Giovanili
Juniores
Allievi
Giovanissimi
Sponsor
FINALE PLAYOFF, SORSO - GUSPINI TERRALBA 0-1

mercoledì 27 novembre 2013

ANDATA QUARTI FINALE COPPA ITALIA: OZIERESE - SORSO 0-0

Ozieri - Finisce a reti bianche la prima sfida di Coppa Italia tra Ozierese e Sorso, in una partita avara di occasioni da rete nel primo tempo ma con una ripresa più vivace. Discorso qualificazione quindi rimandato alla gara di ritorno l'11 dicembre a Sorso.

In campo:

Ozierese - Carpetos, Pala, Lintas, Mandras (67' Porto), Marceddu (57' Ledda), Ladu, Iacomelli, Deriu, Marras, Puggioni, Zappino
Allenatore Marco Sanna

Sorso - Pischedda, Pettenadu, Melis, Occulto, Valenti, Bagnolo, Monti (66' Mulas), Mura, Canu (48' Cacace M), Castellazzi, Coccu (53' Cacace R), Fenu
Allenatore Marco Asara

Arbitro Alessandro Ventuleddu di Sassari
Assistenti Nicola Graziano Sechi di Sassari e Mario Puggioni di Sassari

Squadre accorte nel primo tempo, la prima occasione significativa solo al 17' con una punizione di Puggioni che finisce alta. Il Sorso si presenta dalle parti dell'area dei padroni di casa al 28' con Coccu che spara alto da fuori area, mentre non trova miglior fortuna al 33' Monti che manda di un soffio a lato da buona posizione. Il primo tempo si chiude con i padroni di casa che provano la via del goal, Marras al 36' sfiora il palo, mentre Puggioni poco dopo manca l'appuntamento con il goal sparando alto. Nell'ultimo minuto Marras non ha miglior fortuna sfiorando la traversa. Il secondo tempo vede le due squadre affrontarsi con più determinazione, Asara inserisce i due fratelli Cacace al posto di Canu e Coccu cambiando un po' gli equilibri, ma i padroni di casa al 56' sfiorano la rete con Marras che raccoglie di testa un angolo di Iacomelli, bravo Pischedda a deviare il tanto che basta con il pallone che colpisce poi la traversa. Al 66' esce Monti dolorante per Mulas. Al 40' Roberto Cacace impegna il portiere di casa con una parata a terra, mentre nel finale dalla battaglia a centrocampo non vengono fuori azioni pericolose degne di nota.

(Un ringraziamento a Giuseppe Canu per la cronaca)

Nessun commento: