Home
Andata
Ritorno
Calendari
Storia
News
Video
Classifica
Foto
Squadra
Marcatori
Giovanili
Juniores
Allievi
Giovanissimi
Sponsor
FINALE PLAYOFF, SORSO - GUSPINI TERRALBA 0-1

domenica 22 settembre 2013

PRIMA GIORNATA DI ANDATA: SORSO - PLOAGHE 3-3

Sorso - Finisce con uno spettacolare 3-3 la supersfida della prima giornata di campionato tra le due grandi rivali della scorsa stagione. La squadra di Asara pur costretta sempre a inseguire gli ospiti non molla la presa e alla fine riesce a rimediare in extremis un punto prezioso nei minuti di recupero del secondo tempo grazie ad una zampata di Fenu in mischia. Spartizione di punti sostanzialmente giusta, nonostante le proteste ospiti (che a causa di questo terminerà la partita in 9 uomini), per quanto visto sul campo con un equilibrio che ha dominato la sfida tra le due squadre. Comincia con un punto prezioso dunque il cammino del Sorso nel campionato di Promozione.

In campo

Sorso - Pintus, Coccu (75' Castellazzi), Cacace R, Occulto, Valenti, Melis, Monti, Bonetto, Saba, Friscia (65' Fenu), Mura
Allenatore Marco Asara

Ploaghe - Casella, Sechi, Cubeddu, Leoni, Cocco, Olmetto, Pulina, Atzeni, Carboni, Piredda (72' Zichi), Oneddu (75 Mazzoni)
Allenatore Fabio Sechi

Arbitro Paolo Fele di Nuoro
Guardialinee Giuseppe Ruzzone di Ozieri e Simone Spano di Sassari
Asara rinuncia gioco forza a Marco Cacace e Bagnolo, che devono ancora scontare una squalifica residua dello scorso campionato, in campo esordisce il neo acquisto Melis, che affianca Coccu, Valenti e Roberto Cacace in una difesa formato emergenza, il resto della formazione, eccezione per Pintus che torna tra i pali, è la stessa della vittoria contro il Castelsardo. L'inizio pare equilibrato, ma su un capovolgimento di fronte dopo un'azione sfumata di Monti e Saba il Ploaghe passa in vantaggio al 7' con una bella manovra in contropiede, grazie ad un assist di Pulina per Oneddu, che scocca un tiro a fil di palo imprendibile per Pintus. Le due squadre si affrontano a viso aperto grazie alla qualità dei giocatori messi in campo e la sfida si accende, la reazione biancoceleste però trova pronta un'ottima retroguardia ospite a impedire ai due bomber di Asara di innescarsi, mentre dall'altro lato la difesa deve continuamente guardarsi dalle folate di Oneddu, sempre sul filo del fuorigioco. Al 22' il Sorso pareggia grazie ad un'azione spettacolare frutto di una ragnatela di passaggi tra Occulto, Monti e Friscia, che appoggia poi sullo stesso Monti, il bomber biancoceleste fulmina il portiere ospite in uscita con un tocco preciso. Passa solo un minuto però e i biancocelesti sono di nuovo costretti ad inseguire, dopo un corner il pallone giunge in mezzo all'area sui piedi di Sechi, che controlla tutto solo e deposita nell'angolo basso alla destra di Pintus. La squadra di Asara reagisce però alla nuova doccia fredda e si ripropone in avanti, sulla destra Saba serve con una magia Monti, il cui tiro ravvicinato è però parato con una prodezza da Casella. Sull'altro fronte invece la difesa biancoceleste rischia nuovamente di capitolare, ma il tiro di Pulina sul traversone di Olmetto è intercettato da Melis con lo stomaco. 
Nel secondo tempo il Sorso prova nuovamente a buttarsi in avanti con generosità, ma di fronte alla forza del Ploaghe trova pochi spiragli. Spiraglio che però trova con una magia di Mura al 60', direttamente su calcio di punizione defilato, che il giovane trequartista biancoceleste deposita in rete all'incrocio dei pali con Casella immobile. Non c'è neanche il tempo di tirare il fiato e una nuova tegola si abbatte sulla squadra di Asara, Pulina, oggi incontenibile, raccoglie in piena area un invito di Carboni e deposita in rete con un colpo di testa dopo nemmeno due minuti. Asara prova a inserire un altro attaccante, mettendo Fenu al posto di Friscia, che ha giocato buona parte della gara dolorante ad un polpaccio. Al 75' Carboni commette un'ingenuità che costa cara, sgambetta da dietro Mura e guadagna anzitempo gli spogliatoi per doppia ammonizione. Il Ploaghe prova a mantenere il risultato contenendo le sfuriate biancocelesti, determinante Casella in due occasioni che smanaccia allontanando i pericoli, mentre Pintus mantiene vive le speranze all'88' mettendo in angolo una punizione insidiosa di Pulina. Al 94' la caparbietà biancoceleste è premiata, su angolo di Saba Casella non trattiene, Bonetto appoggia immediatamente per Fenu e il giovane attaccante non si fa pregare depositando in rete anticipando Cocco per il 3-3 finale, tra le proteste ospiti.










Nessun commento: