Home
Andata
Ritorno
Calendari
Storia
News
Video
Classifica
Foto
Squadra
Marcatori
Giovanili
Juniores
Allievi
Giovanissimi
Sponsor
FINALE PLAYOFF, SORSO - GUSPINI TERRALBA 0-1

domenica 28 aprile 2013

ULTIMA GIORNATA DI CAMPIONATO: SORSO - LUOGOSANTO 2-2

Sorso - Si conclude con un pareggio interno il campionato regolare del Sorso, che con la testa ormai ai triangolari promozione già da tre gare manda in campo una formazione priva di molti titolari. A mettere alle strette la squadra stavolta è stato il Luogosanto, tra le grandi del campionato appena concluso, che ha mancato l'obiettivo play off. Un punto sofferto in quella che è stata una partita molto combattuta, che in alcuni frangenti ha visto gli ospiti avere la possibilità di dilagare sul risultato di due a zero.

Così in campo 

Sorso - Pintus, Pettenadu, Cacace R, Occulto, Cabras, Pischedda, Marreu (33' Mura), Bonetto, Riu (70' Porqueddu), Ledda (78' Canu), Fenu
Allenatore Marco Asara

Luogosanto - Aisoni, Madeddu, Debidda, Malu, Conti, Sechi A, Spanu (85' Vannuzzi), Lollia (75' Vannuzzi), Roselli, Sposito, Sechi F (61' Serra)
Allenatore Murgia

Arbitro Ivan Vesuvio di Sassari
Con Monti e Bagnolo squalificati, Asara schiera una formazione simile alla sfida persa con il La Corte, con l'aggiunta di Ledda in luogo di Canu, che entrerà al posto dello stesso nel secondo tempo. Al primo minuto Sorso già vicino al goal, punizione di Ledda sulla destra, Bonetto è ben appostato e con un colpo di testa impegna Aisoni, che si salva ribattendo la palla che va a colpire la traversa. Il gioco del Sorso viene però messo in grossa difficoltà dalle ripartenze ospiti, che spesso trovano voragini nella retroguardia biancoceleste.  Al 10' è Pintus che deve intervenire su Roselli lanciato a rete da Spanu.  La squadra di Asara invece fatica a trovare spazi bloccata da una giornata un po' sottotono del centrocampo. Al 37' l'ennesimo lancio lungo trova Sposito libero, il numero dieci del Luogosanto batte Pintus con un tocco preciso sul quale il portiere biancoceleste non può fare nulla. 
In avvio di ripresa occasione clamorosa per Riu, che servito in piena area da Bonetto spara direttamente sul portiere in uscita. Scampato il pericolo gli ospiti raddoppiano, Cabras scivola sfortunatamente e Roselli ne approfitta per presentarsi solo davanti a Pintus e depositare la palla in rete. Al 20' il Luogosanto ha dalla sua il colpo del KO, con Cabras che atterra Roselli in piena area, ma il rigore calciato da Sposito esce fuori di un soffio. Il Sorso prova in qualche modo a raddrizzare una partita completamente storta, ma i suoi assalti sono bloccati da una difesa attenta che non lascia troppi spazi di manovra. Al 26' esordio per Porqueddu, che sostituisce Riu. Al 28' bella azione sulla destra per gli ospiti, scambio tra Sposito e Sechi, che tira in porta con Pintus che risponde in angolo con un gran riflesso. Sull'angolo successivo ancora Pintus miracoloso, si oppone al colpo di testa ravvicinato di Sposito, con Mura, entrato al posto di Marreu nel primo tempo, che riesce a liberare dopo aver respinto un secondo colpo di testa dello stesso Sposito. Al 31' il Sorso accorcia le distanze, Bonetto deposita in rete con un bel colpo di testa su angolo di Mura. Il Luogosanto ha l'occasione per chiudere i conti al 35', ma Pettenadu si poppone in estremis sulla conclusione di Serra, entrato al posto di Sechi F. Al 40' occasione per pareggiare, ma Porqueddu non trova il tempo giusto per la deviazione ben servito da Bonetto e l'azione sfuma. Poco dopo ancora Pintus salva la situazione, bloccando ottimamente in uscita Lollia. Il Sorso ci crede fino all'ultimo e non ci sta a terminare il campionato con una sconfitta e in pieno recupero trova il pareggio, lancio di Pettenadu per Occulto in piena area, e il biancoceleste con un guizzo sorprende tutti mettendo in rete con un tocco di precisione sul quale il portiere non pul intervenire. 
Archiviata la stagione regolare, ora la squadra di Asara avrà tempo sufficiente per preparare i triangolari promozione, in attesa di conoscere le avversarie, con l'intento di recuperare gli infortuni e concentrarsi al massimo per tentare l'assalto al campionato superiore.










Nessun commento: